Il miglior amico dell'uomo? Il cibo.

L'alimentazione è il primo passo verso la salute fisica ed emotiva.

Teff

Fino a qualche tempo fa se qualcuno mi avesse parlato di teff avrei sgranato gli occhi e domandato “di che si tratta, scusa”? Negli ultimi anni invece, soprattutto dopo la crescita della diffusione della celiachia e di intolleranza al glutine, alcuni alimenti sono stati tirati fuori dal dimenticatoio o scoperti e importati da paesi lontani. E’ proprio questo il caso del teff, un cereale originario del corno d’Africa e presente, anche se in maniera non capillare, anche nel nostro paese soprattutto nei negozi di alimentazione naturale.

La prima particolarità del teff è che è completamente privo di glutine e adatto, quindi, all’alimentazione dei celiaci. La sua particolarità è che non è un alimento che può essere completamente raffinato, ed è quindi integrale per la gioia dei consumatori che soffrono di stipsi. E’ composto principalmente da carboidrati (oltre il 70%), proteine (circa il 13%), povero di grassi e, come abbiamo detto, ricco di fibre. I sali minerali (principalmente potassio, calcio e magnesio), le vitamine E  e B e gli aminoacidi essenziali completano la composizione di questo interessante cereale.

Un’altra peculiarità del teff è la presenza di amidi cosiddetti resistenti: che non vengono quindi assorbiti in maniera completa dall’intestino. Questo li rende adatti al consumo dei diabetici che vedranno ridotto il livello degli zuccheri assimilati e a coloro che seguono una dieta ipocalorica.

 

CONTROINDICAZIONI

La ricchezza di fibre che lo rende adatto a coloro che soffrono di stitichezza rende inadatto il teff a coloro che soffrono di coliti e diarrea.

COME CONSUMARLO

Trattandosi di un alimento nuovo nella nostra cucina, in altri tempi avremmo potuto trovarci con una confezione di teff nella dispensa per anni, esattamente fino alla scadenza. Ma per fortuna c’è Internet, una vera fonte di ispirazione per noi blogger e per tutti coloro che vogliono provare cose nuove. Da questa preziosa miniera di informazioni ho tratto per comprendere che il teff può essere usato come tutti gli altri cereali: in chicchi per minestre e zuppe e ridotto in farina in sostituzione o in aggiunta dei cereali previsti per la preparazione di biscotti, pancake, torte, pane e… polpette! Se lo provate raccontateci come l’avete trovato!

Annunci

3 commenti su “Teff

  1. Pingback: Il miglior amico dell'uomo? Il cibo.

  2. giovanna
    16 novembre 2015

    Ho imparato una cosa nuova, grazie a te. Penso che non sia facile da trovare, almeno per me, qui nel profondo sud

  3. mariagnese
    20 novembre 2015

    Prova a cercarlo nei negozi bio o al reparto biologico della Coop 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 16 novembre 2015 da in nuovi alimenti con tag , , , .

Classifica Articoli e Pagine

Follow Il miglior amico dell'uomo? Il cibo. on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: